Previsione per 24/11
Prognoza za 24/11
6 / 14

Fiume (Rijeka) - città che attrae con la sua bellezza ed un ideale connubio di “verde e azzurro”
L’antico centro cittadino, i suoi beni storici, il palazzo del teatro “Ivana Pl. Zajca” del 1885, il pittoresco mercato civico del 1880, dal fascino tipicamente mediterraneo, a due passi dal teatro… tutto ciò rappresenta una straordinaria esperienza per ogni turista.

Fiume (Rijeka) – una passeggiata dedicata a chi ama i musei
La Biblioteca universitaria (parte integrante della biblioteca è anche la mostra permanente dedicata al glagolitico), la Galleria d’arte moderna di Fiume, il Museo d’arte moderna e contemporanea, il Museo del mare e della storia del Hrvatsko primorje, il Museo civico di Fiume ed il Museo di scienze naturali: ogni visitatore sarà affascinato dal ricco passato della città sul fiume Rječina.

Le torri e le fortezze del Quarnero
Si tratta di una gita che comprende una visita alle torri e fortezze meglio conservate del Quarnero: la Fortezza di Tersatto, il Castello di Grobnik e la restaurata fortezza di Drivenik.

Kastav (Castua) – un borgo di pietra arroccato su un colle
Luogo ricco di storia e di beni culturali, è particolarmente suggestivo al tempo delle tradizionali manifestazioni per le quali è noto anche aldilà dei confini croati: il festival internazionale di cultura “Estate culturale di Kastav” ed il Festival della chitarra, la festa della Bela nedeja o durante il carnevale.

Fiume e Senj (Segna) – sulle tracce dei Romani
Vi portiamo al tempo dei gladiatori e degli edonisti dell’antica Roma, al tempo degli antichi artigiani, in una storia remota ed in una civiltà nata nell’area tra Tarsatica e Senija.

Abbazia (Opatija) – la vecchia signora celebra i suoi primi 160 anni di turismo
Il Parco Angiolina, il Parco di S. Giacomo (Sv. Jakov) con una “collezione” di 150 specie arboree delle quali la più nota è la camelia giapponese, che è diventata il simbolo di Abbazia, e poi la Fanciulla con il gabbiano, opera dello scultore Car, così come i 12 chilometri della passeggiata Lungomare che collega tra loro ogni singola località affacciata alla riviera di Abbazia.

Abbazia (Opatija) – Mošćenice (Moschiena)
Una visita ad Abbazia è d’obbligo – località di villeggiatura nella quale soggiornarono imperatori, uomini di lettere, filosofi, scrittori, poeti e musicisti. Vedere ed essere visto: per questo si veniva ad Abbazia. Mošćenice (Moschiena) è ricca di beni storico-culturali medievali: la chiesa di Sant’Andrea (sv. Andrije), la chiesa di San Bartolo (sv. Bartola), la chiesa di San Sebastiano (sv. Sebastijana), il castello, il Torchio (toš) di Mošćenice, mentre 753 scalini portano dal paese alla più vicina spiaggia di San Giovanni (sv. Ivan), parte di Mošćenička Draga (Draga di Moschiena), dove potrete rinfrescarvi con un bel bagno nella sua acqua limpida e cristallina.
 
Parco naturale dell’Učka (Monte Maggiore)
Una piacevole passeggiata per i sentieri epici e didattici del Parco naturale dell’Učka (Monte Maggiore), dalla cui cima si gode di una spettacolare vista sul Quarnero.

Gli “occhi” del Vinodol
Si tratta di un tour che abbraccia sei belvedere noti col nome di “occhi del Vinodol”, fertile vallata distesa tra Križišće e Novi Vinodolski e riparata dai capricci del mare Adriatico grazie ad una catena montuosa. È una ricca storia intrisa di gloria, tanti beni storico-culturali, bellezze naturali e tanta tradizione.

Rafting o safari in canoa sulle acque del fiume Kupa
Una vacanza attiva in un ambiente di suoni unici, natura intatta e tutte le bellezza di questa regione montana.

Zeleni vir e Vražiji prolaz
Riserva naturale nella quale si trovano il canyon Vražiji prolaz (Passo del diavolo) e la cascata Zeleni vir (Sorgente verde), alta 70 metri.

Delnice – “Il trifoglio di Delnice”
Delnice – visita al parco del Re Tomislav, mini giardino zoologico, il Mulino di Popović, Brod na Kupi (la ricca storia del borgo dei “signori”), il Castello Zrinski, e poi passaggi sotterranei, la chiesa di Santa Maddalena (Sv. Magdalene), luogo di sepoltura degli Zrinski, la gogna e resti del muro di cinta.
Crni lug – il paese di Šindre, Parco nazionale di Risnjak / fonte della Kupa

Delnice - Lokve - Fužine
Visita al Mulino di Popović, poi partenza per Lokve – visita alla grotta Lokvarka, una delle maggiori in Croazia, e visita al Museo delle rane.
Fužine, cittadina a 730 m sul livello del mare. Grazie al suo piacevole clima anche nei mesi estivi, potrete passeggiare all’aria aperta alla scoperta del Museo etnografico e della chiesa di Sant’Antonio da Padova (Sv. Antona Padovanskog), nella quale ammirerete una pala d’altare originale recentemente restaurata ed ispirata all’Ultima cena, nonché un originale Via crucis e affreschi attribuiti al noto pittore croato Antonini dell’inizio del XX secolo.

Parco nazionale Risnjak e parco-bosco Golubinjak
Lungo un percorso didattico sono collocati 16 dettagli del patrimonio naturale e culturale a rappresentanza delle peculiarità e della curiosità del PN Risnjak e dell’area.

La giostra cavalleresca di Arbe
La giostra cavalleresca di Arbe (Rab) è un avvenimento indimenticabile della vita culturale cittadina. Si tratta di una manifestazione risalente al 1364, nata in ricordo dell’eroica difesa della città da parte dei suoi cavalieri.

Per le vie del glagolitico – Isola di Veglia (Krk)
Scoprite la storia e la bellezza della maggiore delle isole croate, quell’Isola aurea che da due millenni è testimone della vita e della civiltà di questa gente.

Krk (Veglia) – Baška (Bescanuova)
La cattedrale di Veglia, assieme al castello dei Frankopan, è senz’altro il motivo più noto e riconoscibile della città.
Baška (Bescanuova), dal suo canto, è riconoscibile per una delle più belle spiagge di sabbia dell’Adriatico, il cui profilo arcuato misura ben 1800 metri. Con la sua splendida sabbia naturale, è l’ideale per la balneazione dei bambini e di chi non sa nuotare. Un po’ come gli altri centri abitati di Veglia, anche il centro storico di Baška è tutto un intrico di viuzze e case di pietra strette l’una all’altra che le conferiscono quell’atmosfera tipica dei borghi del Mediterraneo.

Grotta Biserujka – Punat – Košljun – Isola di Veglia
Dell’esistenza della Grotta Biserujka è risaputa da oltre un secolo, quando al suo interno nascondeva misteriosi segreti e tutta la bellezza dei suoi ornamenti calcarei. L’assetto attuale ed una rete di camminamenti sicuri hanno reso la grotta accessibile a tutti, dai bambini agli anziani. Segnaliamo la possibilità di fare il bagno nel fango curativo a Soline, a due passi dalla grotta. Košljun è un isolotto distante 750 metri da Punat (Punta). È noto per un convento francescano nelle cui sale i religiosi hanno accumulato e custodito per secoli tanti oggetti di valore. Sull’isolotto troviamo anche un museo con una collezione etnografica che contiene numerosi oggetti ed attrezzi dei pescatori e dei contadini veglioti, nonché i costumi tradizionali dell’intera isola di Veglia.

Malinska – Porat, paese di pescatori, e Glavotok – Isola di Veglia
Malinska e Porat sono centri turistici di recente creazione noti per il loro microclima e per le loro bellezze naturali. A Porat e Glavotok ci sono conventi francescani risalenti al lontano 1277. Da non perdere le loro spiagge selvagge ed i campeggi con belle spiagge, ideali per un bel bagno.

Le cantine vinicole
Visita ai produttori vitivinicoli ed alle loro cantine a Kastav (Castua) e Vrbnik (Verbenico), dove potrete assaggiare uno spumante unico al mondo, prodotto nelle profondità marine: il Valomet.

Il trittico di Cherso: Osor, Lubenice e Valun
La storia delle isole di Lussino (Lošinj) e Cherso (Cres) è scritta a chiare lettere sul volto della città il cui ponte collega le due isole: Osor (Ossero), nota anche come “città museo”. Visita a Lubenice, uno straordinario paesino arroccato su una parete rocciosa da cui si gode d’una spettacolare vista mozzafiato sul mare aperto. Lasciata Lubenice, facciamo rotta verso un altro incredibile paesino dell’isola di Cherso: Valun, borgo di pescatori noto per la sua eredità glagolitica.

La città di Cherso e la sua magica Grotta azzurra (Plava grota)
Meravigliosa gita in pullman sull’isola di Cherso, visita alla città omonima e traversata in mare sino alla Grotta azzurra, fenomeno unico dell’arcipelago lussignano.

Mali e Veli Lošinj (Lussinpiccolo e Lussingrande)
Scoprite le più belle storie di Lussino passeggiando assieme ad un'esperta guida per le viuzze lastricate del centro storico. Visitate lo spazio galleristico della Torre (Kula) e lo straordinario centro “Plavi svijet” che si occupa della tutela e dello studio dei delfini tursiopi presenti nel mare di Lussino.
 
Lussinpiccolo – Susak (Sansego)
Susak (Sansego), quest’isola dell’arcipelago adriatico ricca di bellezze naturali e beni culturali, è unica in quanto completamente sabbiosa. Con la sua superficie di 3,7 kmq, è presente nella cartografia marina fin dal XIII secolo, ed appartiene all’arcipelago di Cherso e Lussino.
Sull’isola non ci sono né strade asfaltate, né automobili, né il frastuono dei night club – solo chilometri di sentieri polverosi che, superando terreni erbosi degradanti verso il mare, uniscono il paese con alcune distanti calette. Susak è interessante e speciale sotto ogni punto di vista. L’isola offre varie spiagge sabbiose, spiagge di roccia e scogli e tanto mare limpidissimo ricco di pesce. Susak è abitata da gente dalla parlata arcaica e dalle consuetudini e dai costumi particolari, tutti abili viticoltori e pescatori.

Parco nazionale delle Isole Brioni (Brijuni)
Una storia di bellezza e sfarzo lunga due millenni e mezzo. Antiche ville romane, palazzi illirici, fortezze bizantine, chiese medievali ed, infine, lo sfarzo di una delle residenze del Presidente, visitata dai più bei nomi della politica e del jet set del XX secolo.

Istratour – un tour che tocca tanti borghi medievali e che vi permetterà di assaggiare le delizie gastronomiche dell’Istria. Vivete il secolare idillio della penisola istriana in alcuni borghi e città storiche come Bale (Valle), Vodnjan (Dignano), Motovun (Montona), Beram (Vermo), Pazin (Pisino), Grožnjan (Grisignana), Livade (Levade), Buzet (Pinguente), Hum (Colmo)...

Parco nazionale Sjeverni Velebit (del Velebit settentrionale)
È il più giovane parco nazionale della Croazia, con uno dei più antichi percorsi montani del paese e l’Orto botanico del Velebit.

Parco nazionale dei Laghi di Plitvice
I laghi di Plitvice si trovano nella regione croata della Lika e sono considerati tra i beni naturali più preziosi del continente europeo. Per la loro ricchezza ed eterogeneità, sono annoverati dall’UNESCO tra i beni del patrimonio naturale dell’umanità.

Cogliamo l’occasione per invitarvi ad approfittare della ricca offerta escursionistica del Quarnero, delle regioni limitrofe dell’Istria e della Lika e delle vicinissime Italia e Slovenia.

- le cittadine e le isole del Quarnero
- mini crociere
- Gorski kotar
- Parco nazionale Risnjak
- Parco nazionale Plitvička jezera (dei Laghi di Plitvice)
- Parco nazionale Brijuni (delle Isole Brioni)
- Parco nazionale Sjeverni Velebit (del Velebit settentrionale)
- Istria
- Venezia (I) o Postumia/Postojna (SLO)

Documenti correlati

Il Quarnero sulla mappa