Consigli per i turisti

Salva nella mia agenda
INFORMAZIONI E NOTIZIE SUL CORONAVIRUS:
 
Dal 16.09.2021. al 30.09.2021. la Repubblica di Croazia a tutti i passeggeri provenienti da uno degli Stati membri dell'UE / SEE; Stati/Regioni membri dello spazio Schengen; Stati/Regioni associati all'spazio Schengen; consente l'ingresso nel Paese nei seguenti casi:
1. certificato COVID digitale UE (www.eudigitalnacovidpotvrda.hr);
2. presentazione del test PCR negativo non più vecchio di 72 ore o test antigenico rapido negativo al COVID-19 non più vecchio di 48 ore
 (dal momento del test per il covid all'arrivo al valico di frontiera);
Raccomandazioni per i test antigenici rapidi:
> il test antigenico rapido deve essere sull'elenco di test rapidi antigenici Covid-19, pubblicato dalla Commissione Europea, che rappresenta una selezione di test rapidi dell'antigene per i quali gli Stati membri riconosceranno reciprocamente i loro risultati;
> quando viene eseguito un test antigenico rapido all'estero, il produttore del test e / o il nome commerciale del test devono essere visibili e il test deve essere rilasciato da un'istituzione sanitaria / laboratorio e firmato / approvato da un medico;
> in caso contrario, il test non sarà accettato come credibile per l'ingresso nella Repubblica di Croazia;

3. o un certificato non anteriore a 270 giorni dal ricevimento di due dosi di vaccino utilizzato negli Stati membri dell'UE (Pfizer, Moderna, AstaZeneca, Gamaleya, Sinopharm) o la presentazione di un certificato non anteriore a 210 giorni dal ricevimento di una dose di vaccino monodose (Janssen/Johnson & Johnson) se sono trascorsi 14 giorni dalla ricezione di quella dose;
4. o un attestato di ricezione della prima dose del vaccino Pfizer, Moderna o Gamaleya, con il quale è possibile entrare nella Repubblica di Croazia nel periodo dal 22° al 42° giorno dalla ricezione del vaccino, oppure dal 22° al 84° giorno dalla ricezione ella prima dose del vaccino AstraZeneca;
4. o un certificato di guarigione dal COVID-19 e un attestato di vaccinazione con una singola dose di vaccino effettuata entro i 6 mesi dall'insorgenza della malattia, a condizione che la vaccinazione è stata effettuata meno di 270 giorni prima dell'arrivo al valico di frontiera;
5. presentazione di un test PCR positivo o un test antigenico rapido al COVID-19, che prova che la persona è guarita da COVID-19; il test deve essere eseguito 270 giorni fa e deve essere più vecchio di 11 giorni dalla data di arrivo al valico di frontiera oppure la persona può presentare un certificato medico con cui si dimostra che la persona è guarita dal COVID-19;
7. o obbligo di eseguire il test PCR o test antigenico rapido immediatamente all'arrivo nella Repubblica di Croazia (a proprie spese), con l'obbligo di autoisolamento fino all'arrivo di un risultato negativo. In caso di impossibilità di eseguire il test viene determinata una misura di autoisolamento per un periodo di dieci (10) giorni: istruzioni per la sorveglianza sanitaria dei passeggeri attraversamento dei valichi di frontiera della Repubblica di Croazia.

Cittadini di Paesi terzi:
I cittadini di Paesi terzi che non hanno la cittadinanza di uno Stato membro dell'UE o del SEE; Stati/Regioni dello spazio Schengen; Stati/Regioni associati all'spazio Schengen né sono membri delle famiglie dei loro cittadini, possono entrare nella Repubblica di Croazia solo se sono:
1. operatori sanitari, ricercatori nell’ambito sanitario e professionisti dell'assistenza agli anziani;
2. lavoratori transfrontalieri (nonché, ad esempio, gli atleti come previsto nelle eccezioni per i viaggiatori all'interno dell'UE/SEE);
3. personale nel settore dei trasporti;
4. personale diplomatico, personale di organizzazioni internazionali, nonché persone chiamate da organizzazioni internazionali la cui presenza fisica è necessaria per il funzionamento di tali organizzazioni, personale militare, agenti di polizia, personale di protezione civile e personale umanitario, nell'esercizio delle loro funzioni;
5. passeggeri in transito, con l'obbligo di lasciare la Repubblica di Croazia entro 12 ore dall'ingresso;
6. persone che viaggiano per motivi di studio;
7. marittimi (se intendono rimanere nella Repubblica di Croazia per più di 12 ore);
8. persone che viaggiano per motivi turistici e hanno una conferma di prenotazione o un certificato di pagamento per l'alloggio in un hotel, campeggio, alloggio privato o nave in affitto e altre forme di alloggio turistico oppure sono proprietari di case o navi situate nella Repubblica di Croazia;
9. persone che viaggiano per urgenti motivi personali/familiari, motivi di lavoro oppure hanno un altro interesse economico (se intendono rimanere nella Repubblica di Croazia per più di 12 ore);
10. 10. persone per le quali è stata presa una decisione positiva dell'autorità competente sulla base della loro domanda di residenza/lavoro, compresi i nomadi digitali.

> Le persone elencate negli articoli 7, 8, 9 e 10 potranno entrare nella Repubblica di Croazia con:
1. presentazione del test PCR negativo non più vecchio di 72 ore o test antigenico rapido negativo al COVID-19 non più vecchio di 48 ore (dal momento del test per il covid all'arrivo al valico di frontiera);
Raccomandazioni per i test antigenici rapidi:
> il test antigenico rapido deve essere sull'elenco di test rapidi antigenici Covid-19, pubblicato dalla Commissione Europea, che rappresenta una selezione di test rapidi dell'antigene per i quali gli Stati membri riconosceranno reciprocamente i loro risultati;
> quando viene eseguito un test antigenico rapido all'estero, il produttore del test e / o il nome commerciale del test devono essere visibili e il test deve essere rilasciato da un'istituzione sanitaria / laboratorio e firmato / approvato da un medico;
> in caso contrario, il test non sarà accettato come credibile per l'ingresso nella Repubblica di Croazia;

2. o un certificato non anteriore a 270 giorni dal ricevimento di due dosi di vaccino utilizzato negli Stati membri dell'UE (Pfizer, Moderna, AstaZeneca, Gamaleya, Sinopharm) o la presentazione di un certificato non anteriore a 270 giorni dal ricevimento di una dose di vaccino monodose (Janssen/Johnson & Johnson) se sono trascorsi 14 giorni dalla ricezione di quella dose;
3. o un certificato di guarigione dal COVID-19 e un attestato di vaccinazione con una singola dose di vaccino effettuata entro i 6 mesi dall'insorgenza della malattia, a condizione che la vaccinazione è stata effettuata meno di 270 giorni prima dell'arrivo al valico di frontiera;
4. presentazione prova che la persona si è ripresa da COVID-19 presentando una PCR positiva o un test antigenico rapido al COVID-19, che conferma che la persona si è ripresa da COVID-19, il cui test è stato eseguito 270 giorni fa e ha più di 11 giorni dalla data di arrivo al valico di frontiera o su presentazione di un certificato medico con cui si dimostra che la persona è guarita dal COVID-19;
5. determinazione dell'autoisolamento all'arrivo nella Repubblica di Croazia con possibilità di PCR o test rapido dell'antigene su COVID-19, e in caso di impossibilità di test di autoisolamento della durata di 10 giorni: istruzioni per la sorveglianza sanitaria dei passeggeri attraversamento dei valichi di frontiera della Repubblica di Croazia.


Paesi soggetti a speciali misure epidemiologiche
L'Istituto croato per la salute pubblica ha formato un elenco dei paesi ai quali vengono applicate misure epidemiologiche speciali e pertanto i passeggeri provenienti da tali paesi sono tenuti a:
1. se provengono dal Sud Africa, da Zanzibar o dal Brasile, presentano un risultato del test PCR negativo non più vecchio di 72 ore e viene assegnata la necessaria misura di autoisolamento obbligatorio per 14 giorni. La durata dell'autoisolamento può essere ridotta se, al più presto il settimo giorno di autoisolamento, effettuano a proprie spese il test PCR su COVID-19 nell'istituto autorizzato a eseguire il test e se il risultato del test è negativo.
o
2. se provengono da Gran Bretagna, Cipro, Federazione Russa o India, presentare un risultato del test PCR negativo non più vecchio di 72 ore o un risultato negativo del test dell'antigene rapido - BAT non più vecchio di 48 ore, indipendentemente dallo stato di vaccinazione e dal recupero.
Questa disposizione si applica anche ai paesi e/o regioni dell'area Schengen e ai paesi associati all'area Schengen, che sono nella lista rossa o rosso scuro del Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie, se l'Istituto croato di sanità pubblica li ha inclusi nell'elenco dei paesi in cui vengono applicate misure epidemiologiche speciali.

 

Visti turistici
La sospensione delle richieste per il visto per soggiorni di breve durata nelle amabasciate/consolati croati NON si applica alle seguenti categorie:
Persone che viaggiano per motivi turistici e hanno una conferma di prenotazione o un certificato di pagamento per l'alloggio in un hotel, campeggio, alloggio privato o nave in affitto e altre forme di alloggio turistico oppure sono proprietari di case o navi situate nella Repubblica di Croazia.
Fino a nuovo avviso, tutta la comunicazione relativa alle informazioni sul sistema dei visti per il territorio croato viene effettuata tramite l'e-mail: vize@mvep.hr.
Fino a nuovo avviso, la consegna e l'archiviazione delle lettere di garanzia sono possibili soltanto via posta all'indirizzo: Služba za vize, Petretićev trg 2, 10000 Zagreb.

 

INFORMAZIONE IMPORTANTE: Viaggiare con i bambini di età inferiore ai 12 anni
I bambini di età inferiore ai 12 anni che viaggiano accompagnati dai genitori/tutori sono esentati dall'obbligo di presentare un risultato negativo del test e dall'autoisolamento se i genitori/tutori hanno il certificato COVID digitale UE valido ovvero un test PCR negativo o un test antigenico rapido negativo oppure un attestato di vaccinazione o un certificato di guarigione dal COVID-19.

 

Tutti i cittadini stranieri possono verificare se soddisfano le condizioni per l'esenzione dalla presente decisione tramite il modulo online: https://mup.gov.hr/uzg-covid/english/286212 o mandando una e-mail all'indirizzo uzg.covid@mup.hr e alla loro richiesta verrà fornita una risposta il prima possibile.


Per ulteriori informazioni: 


Ingresso nella Repubblica di Croazia per i cittadini stranieri
Per abbreviare la procedura ai valichi di confine, si consiglia a tutti i cittadini stranieri di compilare il modulo online:

Un modulo che facilita e accelera il processo di attraversamento del confine e informa gli ospiti sulle misure epidemiologiche in vigore in Croazia.
> Il modulo online include tutte le informazioni normalmente richieste nel processo di attraversamento del confine e con una semplice presentazione del passaporto o della carta d’ identità a un agente di polizia di frontiera, il numero o il codice della carta d’identità o del passaporto viene automaticamente collegato a tutti i dati inseriti nel modulo online. In questo modo, il tempo necessario per completare l'intero processo di inserimento dei dati per ogni singola persona presente nel veicolo viene ridotto al minimo e il flusso di traffico aumenta.
> Il modulo online ha anche la possibilità di inserire nel sistema, al momento della registrazione, un certificato di guarigione / vaccinazione / test negativo al COVID-19. I format consentiti dei documenti sono i seguenti: png, jpg, pdf e heic (fino a 5 MB).

 

I POSTI DOV'È POSSIBILE PRELEVARE I TAMPONI SU COVID-19 NEL QUARNARO:
Ulteriori informazioni sono disponibili Q U I


NOTA:
nel Quarnaro molte aziende alberghiere e campeggi conducono test al COVID-19 nelle loro strutture esclusivamente per i loro ospiti.

  

I POSTI SERVIZI MEDICI DEL QUARNARO:
Ulteriori informazioni sono disponibili Q U I

 

I POSTI DOV'È POSSIBILE PRELEVARE I TAMPONI SU COVID-19 IN CROAZIA:

 

MISURE ATTUALI SULL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA PER LA REGIONE DEL QUARNARO
(in vigore fino al 30.09.2021.) 

Sono aperti gli alberghi, i campeggi, gli hostel, le strutture per l'alloggio privato e i porti turistici? 
Sono aperte le strutture di ristorazione? 
Sono consentiti eventi e raduni pubblici? 
Sì,
ma vi possono partecipare al massimo 100 persone. 
A meno che non si tratti di un evento pubblico o di un raduno a cui partecipano solo persone con un certificato COVID digitale UE (www.eudigitalnacovidpotvrda.hr)
Sono aperte le spiagge, i parchi nazionali, i parchi naturali e altre strutture ricreative all'aperto?  Sì 
Sono aperte le palestre, i centri fitness e i centri sportivi e ricreativi situati all'interno delle strutture?   Sì 
Sono aperti i negozi? 
Sono aperti i musei, le gallerie e altri spazi espositivi?  Sì 
Vengono tenuti spettacoli e programmi artistici professionali e proiezioni cinematografiche? 
Sono aperti i casinò? 
Il trasporto di passeggeri all'interno dello stato avviene senza restrizioni?  Sì,
i passeggeri e l'autista sono tenuti a indossare delle maschere protettive. 
Obbligo di utilizzo di una mascherina di protezione  Sì,
in tutti i spazi chiusi e all'aperto quando non è possibile mantenere una distanza fisica di almeno 1,5 metri.

 

Certificato COVID digitale UE

Il certificato digitale COVID UE sarà richiesto per partecipare a tutti gli eventi pubblici, raduni e cerimonie con più di 100 persone che si terranno nell'area del Quarnaro.


Rilascio dei certificati COVID digitali UE per cittadini stranieri provenienti dall'UE:
Se non dispongono di un certificato COVID digitale UE rilasciato dal loro paese (uno degli stati membri dell'UE/SEE), tutti i cittadini stranieri dell'UE (comprese le persone che soggiornano nella Repubblica di Croazia) possono effettuare il test al COVID-19 nella Repubblica di Croazia e dopo aver ricevuto un risultato negativo richiedere il rilascio di un certificato COVID digitale UE nelle istituzioni che effettuano i test al COVID-19.
L'elenco di tali istituzioni, si trova Q U I.

Cittadini provenienti da Paesi terzi:
I cittadini provenienti da Paesi terzi possono partecipare ai suddetti raduni, ma è obbligatoria la presentazione di un certificato rilasciato dal proprio Paese, come segue:
1. presentazione di un certificato di vaccinazione;
2. presentazione di un certificato di guarigione dal COVID-19;
3. o presentazione del risultato negativo del test al COVID-19 - prima di partecipare al raduno è necessario eseguire un test al COVID-19 (PCR o test antigenico rapido).

 

Informazioni sulle misure attuali per i viaggiatori che viaggiano dalla Croazia verso altri paesi:
https://reopen.europa.eu

INFORMAZIONE IMPORTANTE: Prima di partire e arrivare in Croazia, è necessario informarsi nei propri paesi di origine in merito alle condizioni e raccomandazioni relative ai valichi di frontiera e al ritorno nel proprio paese (misure di autoisolamento obbligatorio al ritorno, ecc.).

 

Ulteriori misure in vigore per la tutela della salute e della sicurezza:
• Durante i primi 14 giorni dall'ingresso nella Repubblica di Croazia è permesso lasciare l'alloggio per motivi necessari: esecuzione di impegni a scopo lavorativo, svolgimento di attività indispensabili seguendo costantemente le misure igieniche.
• Durante le uscite dall'alloggio, è necessario utilizzare una mascherina chirurgica o di protezione, nonchè mantenere la distanza fisica da altre persone di almeno 1,5 metri e disinfettare regolarmente le mani.
• Obbligo di utilizzo di una mascherina chirurgica o di protezione in tutti i spazi chiusi.
• Misura rigorosa della distanza fisica, evitando il contatto ravvicinato a una distanza di almeno 2 metri all'interno e 1,5 m all'esterno.
• Lavarsi le mani il piu' spesso possibile con acqua calda e sapone e / o usare un disinfettante per le mani che dovrebbe essere strofinato bene sui palmi delle mani. Evitare di toccare viso, bocca, naso e occhi.
• Evitare di utilizzare i mezzi pubblici. In un mezzo di trasporto, è preferibile che la persona sia sola o esclusivamente in compagnia di persone con le quali condivide l'alloggio.
• Raggruppamenti e riunioni dovrebbero essere evitati.
• Durante le riunioni di lavoro, è necessario incontrare il minor numero possibile di persone, garantire una distanza fisica di 2 metri con la disponibilità di disinfettanti ed evitare riunioni non necessarie.
• I servizi di pagamento vengono effettuati tramite pagamenti con carte di credito o servizi online.
• Ogni mattina deve essere misurata la temperatura corporea e se risulta essere superiore a 37,2 C, la misurazione deve essere ripetuta dopo 10 minuti. Se la temperatura è di nuovo superiore a 37,2 C è necessario rimanere a casa / nella struttura ricettiva e contattare il medico nella clinica turistica o nell'ambulanza COVID-19, o contattare l'epidemiologo territorialmente competente.
• In caso di sintomi di infezione respiratoria acuta (tosse, mal di gola, febbre, mancanza di respiro / difficoltà respiratoria o perdita dell'olfatto) è necessario rimanere a casa / nell' alloggio e contattare un medico nella clinica turistica o ambulanza COVID-19, o conttatare l' epidemiologo territorialmente competente (http://www.kvarner.hr/it/turismo/pianificate_il_vostro_viaggio/Informazioni_utili/Servizi_medici_e_farmacie o https://www.koronavirus.hr/important-phone-numbers/152).
• In caso di insorgenza improvvisa di sintomi gravi e potenzialmente letali, la persona è chiamata a contattare il servizio medico di emergenza al numero 194.


È ancora necessario rispettare le misure di sicurezza e di igiene, nonché le misure di distanza sociale: le ultime informazioni sul COVID-19 e sulle misure in vigore sono disponibili al seguente link: https://www.koronavirus.hr/en.

Per i passeggeri in transito, indipendentemente dalla nazionalità, verranno preparate istruzioni speciali sulla rotta di transito e sulle condizioni per l'ingresso in Croazia.

 

 

INFORMAZIONI IMPORTANTI:
Prima di partire e arrivare in Croazia, è necessario informarsi nei propri paesi di origine in merito alle condizioni e raccomandazioni relative ai valichi di frontiera e al ritorno nel proprio paese (misure di autoisolamento obbligatorio al ritorno, ecc.).

In caso di sintomi simil-influenzali, come febbre, tosse, difficoltà respiratorie, dolori muscolari e affaticamento, o in caso di stretto contatto con un caso confermato o probabile di infezione da coronavirus, è necessario chiamare immediatamente il medico o il servizio epidemiologico. Descrivete le vostre condizioni e seguite le istruzioni dei medici e epidemiologi. Vi consigliamo di non andare dal medico prima di averlo contattato telefonicamente.

 

Centro 112: +385 112

Call-centro COVID-19: +385 113

_________________________________________________________________________________

 

DOCUMENTI D'IDENTITÀ

Durante il soggiorno in Croazia è necessario avere con sé il passaporto o un'altro documento d'identità personale in corso di validità. I turisti possono soggiornare nel nostro paese fino a tre mesi.
Se è un agente di polizia a chiedervelo, siete tenuti a fornirgli le vostre generalità mostrandogli il vostro documento d'identità personale. Lo smarrimento del passaporto o di un'altro documento d'identità personale va denunciato immediatamente alla più vicina stazione di polizia. La polizia, per l'occasione, provvederà a rilasciarvi copia del verbale di smarrimento del documento d'identità personale.

CIRCOLAZIONE STRADALE

Alla guida del vostro autoveicolo o motoveicolo, dovete avere con sé la patente di guida, il libretto di circolazione e la “carta verde” (per gli stranieri). Il conducente ed i passeggeri dell’autovettura devono avere la cintura di sicurezza allacciata. Durante la guida, il conducente non può servirsi di apparecchi cellulari (a meno che non disponga del dispositivo “hand free”). È, inoltre, severamente vietato guidare in stato d’ebbrezza (il limite è di 0,5 g/kg) o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Siete cortesemente pregati di attenervi ai limiti di velocità ed alle indicazioni degli agenti di polizia addetti alla regolazione del traffico.
Se siete coinvolti in un incidente stradale, chiamate la polizia ai numeri 192 o 112. Se necessario, chiamate un autoambulanza al 112. Siete pregati di non lasciare il luogo dell’incidente sino all’arrivo della polizia.
Chiamate la polizia anche se si tratta di un incidente stradale che vi ha causato soltanto danni materiali. Potete anche fotografare la posizione del vostro veicolo, rimuoverlo dalla carreggiata ed attendere l’arrivo della polizia; nel frattempo, v’invitiamo a compilare il modulo europeo di Constatazione amichevole dell’incidente.

SICUREZZA PERSONALE E SICUREZZA DEI PROPRI BENI

Il tasso di criminalità in Croazia è inferiore rispetto ai paesi membri dell’UE. Nonostante ciò, è bene ricordarsi di adottare alcune misure di precauzione “universali” che possono aiutarci ad evitare di diventare vittime dei malintenzionati:
- chiudete a chiave la vostra autovettura e non lasciate in vista dentro l’abitacolo oggetti di valore come borsette, portafogli, telefoni cellulari…;
- non lasciate i vostri bagagli incustoditi ed evitate di custodire i documenti d’identità ed il denaro nel medesimo posto;
- sulla spiaggia o durante il bagno in mare, non lasciate i vostri effetti personali (macchina fotografica, chiavi dell’auto, soldi..) incustoditi;
- siate cauti quando prelevate denaro dai bancomat, soprattutto durante la notte. Non portate con voi il PIN. Non accettate di cambiare i vostri soldi “in nero” dai cambiavalute abusivi;
- non mostrate il vostro portafoglio a nessuno, specialmente quando avete con voi parecchi contanti. All’atto di pagare, fate particolare attenzione nei mercati, nei centri commerciali, nei locali pubblici, ecc.;
- non siate ingenui: l’abilità dei truffatori non ha confini!
- la legge penale vigente nella Repubblica di Croazia vieta e punisce la detenzione e l’uso di qualsiasi tipo di sostanza stupefacente.

Siete vittime di un reato, siete stati derubati? Rivolgetevi  senza indugio e con fiducia alla polizia al numero 192. Se siete testimoni oculari della fuga dell’autore di un qualsiasi reato, vi preghiamo di memorizzare più dettagli possibili e, soprattutto, le sue caratteristiche fisionomiche; facendo così, ci aiuterete a rintracciarlo. Al fine di assicurare le prove di un eventuale reato, prima dell’arrivo della polizia siete pregati di non toccare nulla e di non muovervi senza necessità per la scena del reato.

SE SIETE DIPORTISTI...

 Vi ricordiamo che:
- chi, alla guida di un’unità da diporto nel traffico internazionale (navigazione d’altura), faccia ingresso nelle acque territoriali della Repubblica di Croazia, è soggetto al controllo della polizia di frontiera. Per far ciò, è tenuto a raggiungere, seguendo la rotta più breve, in porto più vicino dotato di valico marittimo doganale.
- Se siete alla guida di un motoscafo, tenetevi distanti dalla costa almeno 300 metri e non guidate nelle aree interdette.

La navigazione costiera è consentita nel rispetto delle seguenti distanze:
- 200 m dalla costa per imbarcazioni e natanti per sport e diporto,
- 50 m dalla costa per natanti a motore e barche a vela.

È interdetta la navigazione costiera:
- a meno di 50 m dal perimetro galleggiante delle spiagge attrezzate,
- a meno di 150 m dalle spiagge naturali.

Se desiderate svolgere una qualsiasi attività subacquea, vi consigliamo di rivolgervi ad uno dei centri subacquei autorizzati. Inoltre, per la vostra sicurezza personale, vi consigliamo d’immergervi o con un istruttore, o in coppia. Per ogni questione legata alla sicurezza in mare, rivolgetevi con fiducia alla Capitaneria di porto territorialmente competente.

SE SIETE CAMPEGGIATORI...

Campeggiate là dove il campeggio è consentito. In Croazia il campeggio abusivo è vietato e sanzionato. È vietato campeggiare lungo le strade, nei parcheggi o nei luoghi isolati. È vietato accendere fuochi all’aperto e vicino ai boschi. I mozziconi delle sigarette o i fiammiferi accesi, se gettati per terra, possono provocare incendi. Vi preghiamo di fare la massima attenzione!

OBBLIGO DI REGISTRAZIONE DEGLI OSPITI STRANIERI E DOMESTICI

Sarà il soggetto fornitore del servizio di alloggio presso il quale soggiornate (albergo, campeggio, marina, alloggio privato registrato per svolgere attività ricettiva) a denunciare la vostra presenza nella Repubblica di Croazia. Per la vostra sicurezza e per poter usufruire di tutti i diritti spettanti ai turisti, siete cortesemente pregati di verificare se la struttura ricettiva presso la quale soggiornate vi ha registrati per tutto il tempo del vostro soggiorno, cioè dalla data di arrivo alla data di partenza. Se non alloggiate in una delle strutture ricettive di cui sopra, o alloggiate in un immobile di vostra proprietà, siete tenuti a denunciare la vostra presenza all’ufficio turistico della località in cui soggiornate entro 48 ore dall’ingresso nel territorio della Repubblica di Croazia.

NUMERI DI TELEFONO IMPORTANTI

Centro 112: +385 112
Pronto soccorso medico: +385 194
Soccorso stradale: +385 1987
Polizia: +385 192
Vigili del fuoco: +385 193
Soccorso alpino di Croazia: +385 112
Centro nazionale di coordinamento delle operazioni di ricerca e salvataggio in mare:     +385 195  
Info Quarnero „Vrata Jadrana“: +385 51 628 888, 623 333
Prefisso telefonico internazionale per la Croazia e per la regione del Quarnero. +385(0)51
Quarnero, Discover your story Rijeka 2020 - European capital of culture