english :: hrvatski :: deutsch


Cari viandanti ed ospiti del Quarnero,
nella presente pubblicazone vi presentiamo parte del ricco patrimonio culturale e religioso del Quarnero. Si tratta di un’eredita’ che, nel corso della burrascosa storia di queste terre, e’ stata spesso tenuta lontana dalla scena pubblica, ma che tra il popolo ha continuato a mantenere vivi tutti i variegati aspetti della sua espressione.

La gente di questi posti , indipendentemente dall’appartenenza sociale od economica, ha sempre tratto la propria forza e il punto d’appoggio dalle sciagure quotidiane. L’espressione piu’ tangibile di tale ricerca e’ rappresentata indubbiamente dai doni votivi che generazioni e generazioni di marinai e le loro famiglie hanno offerto al santuario mariano di Tersatto. Questo e’ il motivo per cui la nostra pubblicazione ha inizio proprio con la visita del Santo Padre Giovanni Paolo II alle nostre terre, a Tersatto e con la presentazione del santuario stesso.

Nella memoria collettiva della popolazione del Quarnero, Tersatto si presenta come luogo mitico. Leggendo il presente opuscolo, anche voi ne sarete convinti e, forse, deciderete di avviarvi per i sentieri battuti dai pellegrini che gia’ da secoli giungono nel santuario.
Ma non ci fermiamo solo a Tersatto: lungo tutta la regione litoraneo montana - in cima alle colline e ai piedi dei monti, nelle zone ricche di fertili campi e vigne, nelle pittoresche baie e sui dirupi che si affacciano sul mare, sui crocivia e lungo le strade, sui svettanti campanili di citta’ e di campagna, agli angoli delle strade e sui portali in pietra delle case, nei cimiteri isolati - sono sparsi i segni della fede e della devozione.

Intessuti nel paesaggio, in armonia con gli spazi urbani e rurali, resi ancor piu’ nobili da ricchi circondari, testimoniano e spiegano chiaramente la considerazione ed il rispetto per la natura e l’ambiente di vita.

Questi numerosi segni, che ricoprono una ricca gamma - da modesti “inginocchiatoi” a maestose cattedrali - sono il riflesso del carattere di questo popolo modesto, responsabile, pronto ai sacrifici e di gran valore. La gente del litorale e della regione montana si e’ amalgamata nel contesto di questa parte del mondo, anche grazie ai simboli creati, dimostrando contemporaneamente di considerare propri sia i valori della Mitteleuropa sia le tradizioni nazionali. In questo modo ha assicurato la continuita’ del proprio vivere e, allo stesso tempo, ha dato la possibilita’ di esprimere e di rispettare i propri valori a coloro che hanno deciso di stabilirsi in queste zone.
Venite in pellegrinaggio anche Voi, con lo spirito e col cuore, in questi paesaggi quarnerini. Venite a conoscere l’intimita’ ed il calore dei loro santuari, e parte del nostro ricco passato che ancor oggi curiamo e portiamo avanti in simbiosi con l’ambiente. Vogliamo credere che leggendo la presente pubblicazione vi convincerete che solamente venendo qui, sul posto, potrete vivere tali esperienze nel modo piu’ sincero.

Mr.sc. Irena Peršić Živadinov,
direttrice dell’Ufficio turistico
Ente turistico della regione del Quarnero

prof.dr.sc. Vidoje Vujić,
presidente dell’ Ente turistico della regione del Quarnero